Ti trovi in:

Home » Servizi offerti » Edilizia Abitativa » Sovvenzioni e agevolazioni » Contributi per il miglioramento energetico » Contributo per il miglioramento energetico del patrimonio edilizio e per interventi sugli immobili adibiti ad abitazione principale

Contributo per il miglioramento energetico del patrimonio edilizio e per interventi sugli immobili adibiti ad abitazione principale

di Lunedì, 26 Novembre 2012 - Ultima modifica: Giovedì, 29 Novembre 2012

Contributo finalizzato a sostenere gli interventi su singole unità abitative e relative pertinenze costituenti la prima casa di abitazione; tali interventi devono garantire anche il miglioramento energetico dell'immobile.

Chi può richiedere

Giovani coppie sposate e conviventi more uxorio o ai nubendi e alla generalità dei cittadini.

Dove rivolgersi

Le domande per i cittadini residenti nel territorio della Comunità dovranno essere presentate alla Segreteria della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri, nei seguenti periodi:

  • dal 01/03/2012 al 16/04/2012
  • dal 15/05/2012 al 29/06/2012.

Gli orari di apertura al pubblico sono i seguenti:

  • Lunedì, martedì, mercoledì e giovedì: 7.30 - 12.00
  • Venerdì: 7.30 - 12.00
Come fare / Cosa fare

Alla domanda andrà allegata la seguente documentazione:

·      Dichiarazione ICEF del nucleo familiare che andrà ad occupare l'alloggio con i seguenti parametri: non superiore a 0,39 e non inferiore a 0,15;

·      ATTO NOTORIO: che attesti il nucleo familiare destinatario dell'alloggio oggetto di contributo;

·      CERTIFICAZIONE ENERGETICA (stato di fatto);

·      DICHIARAZIONE ATTESTANTE IL MIGLIORAMENTO ENERGETICO con differenza tra lo stato di fatto e lo stato futuro;

·      PIANTA ALLOGGIO 1:50 sottoscritta dal tecnico;

·      DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA;

·      ATTO NOTORIO che attesti:

a)   Avvenuta DIA con decorrenza dei termini per inizio lavori o rilascio concessione edilizia;

b)   Di NON aver iniziato i lavori oppure di aver iniziato i lavori in data ___ (comunque dopo il 29/12/2011);

c)   Di non aver ottenuto altri contributi di importo superiore ad € 10.000,00, o eventuale rinuncia.

Nel caso in cui il richiedente NON sia proprietario dell'unità abitativa anche:

a)   Copia del preliminare di compravendita regolarmente registrato

b)   Atto di impegno alla donazione

c)   Attestazione in qualità di erede

d)   Copia contratto comodato d'uso o affitto regolarmente registrato.

Condizioni per poter beneficiare del contributo

Sono ammessi interventi che prevedono un miglioramento energetico superiore a 10 Kwh/mq per anno, risultante dalla differenza fra il fabbisogno di energia dell'immobile prima dell'intervento e dopo l'intervento attestata da certificazione energetica, che deve essere rilasciata da tecnico iscritto nell'elenco dei soggetti certificatori abilitati.

Non sono ammissibili domande presentate da soggetti che hanno già beneficiato di contributi provinciali per l'acquisto e la riqualificazione della casa negli ultimi 10 anni.

Non sono ammissibili domande presentate su unità abitative che negli ultimi 10 anni sono state interessate da lavori assistiti da contributi provinciali per importi superiori ad € 10.000,00.

Le spese ammesse a contributo ai sensi della presente normativa non sono cumulabili né con contributi previsti da altre normative provinciali, né con contributi o agevolazioni fiscali previsti da normative statali.

Spese ammissibili e percentuali di contribuzione

La spesa ammissibile a contributo è calcolata ad € 1.200,00/mq di superficie utile calpestabile dell'alloggio con massimo di € 110.000,00 elevati ad € 120.000,00 per nuclei familiari con almeno tre figli (IVA e spese tecniche comprese).

La spesa minima è di € 10.000,00.

La percentuale di contribuzione è pari a:

• 30% della spesa ammessa per la generalità dei cittadini;

• 40% della spesa ammessa per giovani coppie o nubendi o conviventi more uxorio.

In ogni caso i contributi potranno essere rideterminati o revocati qualora non siano rispettati gli impegni assunti in domanda o qualora la spesa rendicontata risulti inferiore rispetto a quella ammessa a contributo.

Formazione delle graduatorie

Saranno predisposte apposite graduatorie per ogni singolo periodo di apertura dei termini per la presentazione delle domande.

Generalità dei cittadini

Saranno predisposte due distinte graduatorie redatte sulla base del miglioramento energetico conseguibile con l'intervento: una per coloro che hanno un ICEF rientrante nelle soglie previste per l'accesso e una per i soggetti non rientranti nelle soglie ICEF o privi di dichiarazione ICEF. Le domande presenti in questa seconda graduatoria saranno ammesse a finanziamento solo con le risorse residue della prima graduatoria.

Graduatoria per giovani coppie e nubendi

La graduatoria sarà predisposta in base a:

-       miglioramento energetico conseguibile con l'intervento;

-       anzianità di residenza in provincia di Trento;

-       ICEF.

I soggetti che non rientrano nelle soglie ICEF o che sono privi di dichiarazione ICEF saranno ammessi a finanziamento solo con le risorse residue dopo l'ammissione di tutte le domande rientranti nelle soglie ICEF.

Effettuazione dei lavori

I lavori dovranno iniziare entro un anno dalla data di ricevimento della comunicazione di concessione del contributo e dovranno essere realizzati entro 18 mesi dalla data di inizio lavori salvo proroga di ulteriori 18 mesi.

Erogazione del contributo

L'erogazione del contributo sarà disposta in tre soluzioni:

  • la prima ad avvenuto inizio lavori;
  • la seconda ad avvenuta realizzazione di almeno il 50% dei lavori;
  • la terza ad avvenuta presentazione della documentazione inerente la rendicontazione finale e previa presentazione di una apposita domanda per l'erogazione del saldo.

Controlli

Saranno effettuati controlli su tutto quanto dichiarato in domanda. La documentazione concernente la spesa sostenuta dovrà essere conservata per un periodo di cinque anni dall'ultimo pagamento.