Ti trovi in:

Home » Servizi offerti » Diritto allo Studio » Presentazione

Presentazione

Immagine decorativa

Il Servizio è rivolto ai studenti e alle loro famiglie per favorire il diritto allo studio attraverso la gestione del servizio mensa e l'erogazione di servizi quali gli assegni di studio e le facilitazioni di viaggio

Nuova gestione associata

Con la riforma istituzionale (L.P. 16/06/2006 n. 3) il Comprensorio della Valle dell’Adige ha terminato le sue attività a fine 2011 e le sue competenze relative all'assistenza scolastica sono state trasferite alle neonate Comunità  che hanno deciso di gestire tale competenza in maniera associata al fine di mantenere la maggiore qualità e convenienza possibile del servizio.
Il ruolo di capofila per tutte le altre Comunità e Comuni coinvolti dalla gestione associata è esercitato dalla Comunità della Valle dei Laghi.

Competenze

  • Servizio mensa: per favorire la frequenza delle istituzioni scolastiche e formative ed assicurare la partecipazione degli studenti alle attività didattiche pomeridiane curricolari obbligatorie nel limite del monte ore annuale.
  • Assegni di studio: agli studenti residenti in provincia di Trento, per la copertura, anche parziale, di spese documentate relative alla frequenza scolastica:
    • convitto/alloggio/tasse iscrizione e frequenza per gli studenti frequentanti istituzioni scolastiche e formative provinciali (se la distanza dal luogo di residenza dello studente e la sede scolastica e le difficoltà di trasporto giustificano la residenza fuori famiglia);
    • trasporto (solo per il percorso non coperto con l’abbonamento studenti provinciale), convitto/alloggio, mensa per gli studenti frequentanti istituzioni scolastiche, anche paritarie, e formative con sede fuori provincia, solo in caso di assenza sul territorio provinciale dei medesimi percorsi di istruzione e formazione o in presenza di particolari condizioni di carattere sociale e familiare;
    • libri di testo solo per gli studenti frequentanti istituzioni scolastiche, anche paritarie, e formative con sede fuori provincia (primi due anni);
    • tasse iscrizione e rette frequenza per gli studenti frequentanti istituzioni scolastiche statali e istituzioni formative con sede fuori provincia.
  • Facilitazioni di viaggio, nel caso di impossibilità di fruizione, da parte degli studenti iscritti al secondo ciclo di istruzione e formazione, di un servizio di trasporto pubblico ai fini della frequenza scolastica.