Immagine logo

Ti trovi in:

Home » Servizi offerti » Cent’anni fa la guerra » Cent’anni fa la guerra

1914 - 2014 Centenario

Logo Centenario

Dagli altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna e dal resto del Trentino (allora terra austro-ungarica) migliaia di uomini abili alle armi, di età compresa tra i 18 e i 42 anni, dovettero lasciare le loro occupazioni e partire per il terribile fronte russo. Partirono con spirito festoso, salutati nelle stazioni ferroviarie da un tripudio di bandiere e di fanfare militari. Era infatti opinione comune che la guerra sarebbe durata poco, solo qualche settimana: durò invece quatto lunghi e interminabili anni e molti, moltissimi di loro, non avrebbero più fatto ritorno. 

Nel maggio 1915, con la dichiarazione di guerra dell’Italia, il conflitto giunse anche sulle porte delle nostre case.

Nel giro di poche ore il violento scambio di colpi di artiglieria tra i Forti costrinse la gente di questi paesi ad abbandonare le abitazioni e i propri averi per trovare diagevole rifugio all’interno dell’Impero, in territori lontani e spesso inospitali, nei campi di raccolta di Mitterndorf, Braunau e Katzenau o negli sperduti paesi della Boemia.

Al loro ritorno, nella primavera del 1919, trovarono un territorio devastato, una nuova nazionalità, un nuovo sovrano e tutto da ricostruire, senza nulla avere.

A cento anni di distanza ricordiamo quel grande evento, non per celebrarlo ma per commemorarlo, per fare memoria di un fatto storico che ha segnato un’epoca e che ha lasciato sulle nostre montagne segni indelebili, segni imponenti che ancora oggi, col loro silenzio, ci ricordano l’assurda follia della guerra.

Vi invitiamo a venire a conoscere questi luoghi, a sentir raccontare in tanti modi, con trekking, escursioni, visite guidate, racconti di esperti, spettacoli, rievocazioni e mostre cosa di quei tragici giorni è rimasto ancora nei nostri cuori. A fare da cornice troverete la bellezza degli Altipiani, le foreste di abeti, rigogliosi angoli di natura, la tradizionale accoglienza dei nostri operatori, i prodotti tipici, le proposte per gli appassionati, per le famiglie, per i bambini. Benvenuti a Folgaria, Lavarone e Luserna. Ora è tempo di Centenario.